Tesi copiata? Non può fare il ministro dell’Istruzione

Annette Schavan

Annette Schavan, 57 anni, ormai ex ministro dell’Istruzione del governo Merkel

Il Messaggero la definisce “la politica più nota e competente nel campo dell’istruzione” del governo Merkel. E ora, ironia della sorte, Annette Schavan è costretta alle dimissioni per aver copiato a scuola. Niente bigliettini o fotocopie in formato mini per lei, ma una vera e propria accusa di plagio della tesi in filosofia (titolo “Persona e coscienza”) conseguita nel 1980 all’Università di Düsseldorf.

Aveva resistito quattro giorni alle pressioni, ma ieri Schavan, anche sulla spinta delle polemiche che avevano travolto un altro ex ministro del governo Merkel, è stata costretta a dimettersi da ministro dell’Istruzione per non intralciare la campagna elettorale dell’amica di vecchia data Angela Merkel, nonostante la cancelliera avesse confermato fino all’ultimo la fiducia nei confronti della Schavan. Non solo: l’Università di Düsseldorf ha anche invalidato il suo titolo di laurea, ma l’ex ministro promette battaglia: proprio non ci sta a ritrovarsi senza il tanto agognato “pezzo di carta”.

E così, una questione privata come l’aver copiato all’università diventa un fatto pubblico, in base al semplice principio che un politico che mente o imbroglia nella vita privata non è degno di sedere al tavolo di un governo o allo scranno di un parlamento. Fortuna che in Italia non è così: le stanze di Montecitorio sarebbero tristemente vuote.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...