Il ritorno delle Cenerentole

Carrie (Sarah Jessica Parker) in Sex and the City - il film

Carrie (Sarah Jessica Parker) in Sex and the City – il film, mentre legge la favola di Cenerentola (fonte: Youtube)

«Tu lo sai che questa è solo una favola, vero? – chiede la Carry di Sex and the city alla piccola Lili, mentre chiude il libro di Cenerentola – Le cose non vanno sempre così nella vita reale. Penso che tu lo debba sapere adesso». «Ancora», risponde comunque la bimba. «Ecco un’altra predestinata», risponde rassegnata Carry.

Di predestinate, ovvero di coloro che ancora credono nella favola della bella e del principe azzurro, devono essercene ancora molte, visto gli alti ascolti registrati dalla 21esima replica di Pretty Woman, la Cenerentola di Los Angeles. La prostituta Vivian, interpretata da una giovane Julia Roberts, è una ragazza decisamente non abituata alla società dell’alta finanza statunitense. L’incontro con il ricco Edward le cambierà la vita e la trasformerà in una My Fair Lady americana,liberandola da quella finta corazza di cinismo indossata per proteggersi dalle sofferenze e facendole ricordare tutti i sogni in cui aveva creduto da bambina.

Edward (Richard Gere) accompagna Vivian (Julia Roberts) all'Opera a vedere la Bhoème di Puccini (fonte: telegraph.co.uk)

Edward (Richard Gere) accompagna Vivian (Julia Roberts) all’Opera a vedere la Bhoème di Puccini (fonte: telegraph.co.uk)

In realtà non è il bel principe a salvare la ragazza in difficoltà, ma il contrario: Vivian, con la sua spontaneità, riesce a liberare il ricco e insoddisfatto Edward dalla depressione e dal disprezzo per la sua vita. In un’epoca in cui le donne, per essere forti e avere successo, devono fare a meno della famiglia e dell’amore, la favola della ragazza oscura che fa cadere il ricco principe ai suoi piedi ancora occupa un posto importante nella mitologia femminile. Mitologia che, proprio a partire da Pretty Woman, ha subito un mutamento: bene il recupero delle principesse, ma con una differenza, spiegata alla perfezione nel cartone Shrek. Cenerentola, Biancaneve e la Bella Addormentata, imprigionate insieme alla principessa orchessa Fiona e a sua madre, devono assolutamente scappare e, visto che non arriva nessun principe, prendono in mano la situazione e si liberano da sole.

Principesse alla riscossa in Shrek 3. Da sinistra: Cenerentola, Biancaneve, Fiona, Raperonzolo, la Bella addormentata nel bosco (fonte: everyeye.it)

Principesse alla riscossa in Shrek 3. Da sinistra: Cenerentola, Biancaneve, Fiona, Raperonzolo, la Bella addormentata nel bosco (fonte: everyeye.it)

In ogni caso gli ingredienti che faranno vincere la battaglia dello share a Pretty Woman ancora per qualche anno sono molti: il fascino di un Richard Gere d’annata, l’inesauribile fonte di conoscenza sull’uso delle forchette da insalata e sugli abiti da coktail, la vendetta sulla commessa acida di una boutique di Rodeo Drive che aveva cacciato Vivian dal suo negozio.

E, soprattutto, la celebre frase della protagonista: «Voglio la favola».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...