First Lady 2 – Michelle, ma belle

Ore 5,42 di mattina: il sole sta sorgendo, all’interno di una casa una porta si apre e spunta Michelle Obama con un megafono e una trombetta in mano. Missione della giornata: svegliare un elettore e ricordargli di fare il proprio dovere di cittadino. E’ lo spot che Mrs First Lady ha presentato al Jimmy Kimmel Live: «Non importa chi voti, basta che voti», ha commentato Michelle.

Michelle Obama, considerata la vera forza del marito Barack; fonte: indyhiphop.com

Nata in un sobborgo di Chicago, figlia di un operaio della Chicago Water Department e di una casalinga, la moglie del 44° presidente degli Stati Uniti si presenta sul sito della Casa Bianca come «un prodotto della scuola pubblica». All’università, però, Michelle LaVaughn Robinson ha scelto l’Harvard Law School. Questo le ha permesso di lavorare in uno studio legale di Chicago, lo stesso studio dove ha incontrato «l’amore della sua vita».

E l’amore l’ha portata ad entrare, con il marito, le figlie Malia e Sasha e un cagnolino nella Casa Bianca. Niente stanza dei bottoni, per lei, né uno studio ovale. Eppure Michelle, in questi quattro anni, non è stata con le mani in mano. Si è impegnata in molte campagne, finalizzate soprattutto a una alimentazione sana e all’attività fisica dei più piccoli, inaugurando nel 2010 la campagna Let’s Move! Scesa dai tacchi e indossata una tuta, è entrata nel Guinness dei Primatiper aver radunato 300265 persone con le quali ha saltato sul posto per 24 ore consecutive.

Michelle mentre stabilisce il nuovo record del mondo di saltelli sul posto; fonte: whitehouse.gov

L’abbigliamento sportivo, comunque, non ha sminuito la sua figura: nota per avere i tricipiti più scolpiti della casa bianca, Michelle Obama è anche famosa per essere un punto di riferimento di moda. Si è sempre fatta un vanto di prediligere gli stilisti americani, e fin dal momento in cui, quattro anni fa, ha indossato un abito bianco per il ballo inaugurale della presidenza del marito, Michelle si è presentata come una vera icona di stile. Ha trovato pane per i suoi denti in Ann Romney: al secondo dibattito tra i pretendenti alla Casa Bianca, entrambe le presidenziali mogli si sono presentate in viola ciclamino.

Michelle vs Ann al secondo dibattito presidenziale; fonte: thedailybeast.com

Che le mogli dei candidati siano più amate dei candidati stessi è un dato di fatto. Ora c’è solo da vedere chi, tra le due, la spunterà. Per dirla con le parole di Coco Chanel, la moda passa, lo stile resta. Alla Casa Bianca.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...