First lady 1 – The Perfect Housewife

Ann e Mitt Romney al loro matrimonio nel marzo 1969; fonte: washingtonpost.com

«Io e Obama possiamo sempre contare su una persona: io su mia moglie Ann, lui su Bill Clinton». Parole d’oro, quelle che il candidato repubblicano in corsa alla Casa Bianca, Mitt Romney ha pronunciato alla cena di beneficienza organizzata dalla diocesi di New York. E non tanto per il riferimento al rapporto idilliaco tra Obama e il celebre predecessore Clinton, quanto, piuttosto, per quello al prezioso aiuto fornito, in campagna elettorale, dalla moglie Ann Davis.

Ann Romney contro Michelle Obama durante la tradizionale gara di cucina tra aspiranti first lady organizzata dalla rivista Family Circle; fonte: magazine.liquida.it

Sposatasi giovanissima, tra i 21 e i 30 anni ha avuto cinque figli. Ha quindi scelto di riporre la laurea alla Extension School della Harvard University nel cassetto e di dedicarsi, a tempo pieno, al ruolo di moglie, madre e, negli ultimi anni, nonna dei suoi diciotto nipoti. Sul suo ruolo di mamma chioccia, la signora Romney ha puntato molto nella lunga corsa verso le elezioni, conquistandosi le simpatie delle casalinghe middle class e middle aged, ma attirandosi le critiche delle donne lavoratrici lontane dal sogno di benessere impersonato dalla pretendente al posto di first lady. Ann, comunque, va avanti per la sua strada, e si presenta in tv, nella gara di cucina organizzata dalla rivista Family Circle, a cucinare biscotti alle caramelle M&M, come qualsiasi brava moglie e madre americana (perdendo, però, la sfida contro Michelle Obama che ha cucinato biscotti con cioccolato amaro e noci).

Il suo discorso alla convention repubblicana di Tampa, lo scorso 28 agosto, ha raggiunto lo scopo che si era prefissato, cioè quello di “umanizzare” il marito, raccontando del loro amore nato tra i banchi di scuola, dell’attenzione verso figli e nipoti, di quanto lui le sia stato vicino durante la malattia. Ha commosso e colpito, ma forse è andata oltre il suo scopo, arrivando a diventare più popolare del marito: un sondaggio condotto a inizio ottobre dal Washington Post e dalla Abc riporta che Ann piace al 52% degli statunitensi, e Mitt solo al 45%. Come dire: dietro un grande uomo, c’è una donna ancora più grande.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...